• Redazione RekUp

Rob Spencer, il cyborg con una telecamera al posto dell'occhio

Aggiornato il: 20 nov 2018


"Molti mi chiedono perché io l'abbia fatto: beh, se sei un filmmaker con un buco in testa non ci vuole un grande salto mentale. In realtà chiunque perda un occhio pensa immediatamente a fare una cosa del genere, perché la tecnologia c'è. [...] Quando perdi una parte del corpo inizi subito a pensare a come riempire quello spazio."

Durante l'intervista Rob Spence ostenta grande tranquillità. Sarebbe difficile notare qualcosa di strano in lui, se non fosse per la grande benda nera che gli copre l'occhio destro.


L'avventura di Rob inizia a 9 anni, quando giocando con un fucile viene tradito dal rinculo e colpito alla testa dall'arma, danneggiando gravemente il suo bulbo oculare destro. Dopo l'incidente Rob prosegue con la sua vita riuscendo a superare brillantemente la sua disabilità e costruendosi una carriera da videomaker di successo. Attorno al 2007, però, il suo occhio giunge a un livello tale di deterioramento da non lasciargli altra scelta: dev'essere sostituito. Rob ha un'idea chiara in mente, e inizia a contattare ingegneri e produttori di componenti elettronici. Un anno dopo, la prima eye camera al mondo, progettata appositamente per rimpiazzare l'occhio di Rob, è pronta.

L'occhio bionico di Rob ha i suoi limiti: ad esempio, non può essere indossato per più di pochi minuti perché si surriscalda facilmente. Ma questo non ferma l'entusiasmo del pubblico nei confronti di Rob, visto come vero e proprio esempio di uomo bionico.

Ben presto il regista canadese si guadagna il soprannome di Eyeborg. Viene contattato per innumerevoli interviste, documentari sui "nuovi cyborg", ma anche progetti di filmmaking tradizionali per grandi aziende. Il suo occhio bionico gli permette di catturare l'azione seguendo accuratamente la traiettoria del suo sguardo, creando effetti unici.

Al momento Rob è impegnato nel progetto Next Eye Prosthesis, che mira a sviluppare e produrre telecamere oculari adatte a chiunque abbia avuto la sfortuna di perdere un organo tanto importante. Non senza un certo grado di ironia, sul suo sito dichiara di voler formare "un'armata di Eyeborgs". Per scoprire se riuscirà nel suo intento dobbiamo solo aspettare... Per maggiori informazioni: The Eyeborg Project Website

ABOUT REKUP

 RekUp è un blog tematico che fornisce aggiornamenti su tecnologia, business, digital world, eventi.
Powered by Rekordata 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti direttamente nella tua inbox? Lasciaci la tua mail!

 

I tuoi dati sono al sicuro. Non facciamo spam. Ti preghiamo di prendere visione della nostra privacy policy, disponibile a questo link